29 Maggio 2020
News

Suor May Racconta

Notizie di ieri da Paranaque City, Suor May racconta: Ci siamo alzate prestissimo, noi e le bambine più grandi. Alle 7 am dovevamo essere davanti ai cancelli delle baraccopoli di Camella1 e Camella2 per lasciare sulla strada duecento pacchi di viveri, riso e barattoli di ragù. Il permesso per il viaggio era per quella ora, nessun contatto con gli abitanti è permesso. Scaricare i pacchi e ripartire. Il governo consegna viveri, ma solo a coloro iscritti in anagrafe. Le baraccopoli sono colme di abusivi. Gli squatters, gli invisibili, senza identità e senza documenti non hanno diritto al cibo. Ci pensa May tre volte la settimana con tanta fatica fisica ed economica. E' ripagata in lontananza dai sorrisi dei bambini, rigati questa volta dallo scorrere di lacrime, in una miscela di sentimenti contrastanti tra gioia per il cibo e tristezza per l'abbandono e la paura del momento.

Fonte: Suor May

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account